Una delusione cocente

2

aprile 3, 2013 di adelita30

Riuscite a ricordarvi la prima delusione amorosa che avete avuto? il primo cuore spezzato della vostra vita?

Io la ricordo benissimo. Si chiamava Antonio.

Lo amavo profondamente con tutta la pienezza dei miei 15 anni, ma tra di noi si era instaurata solo una bella amicizia o come mi piacque dire a posteriori: un amore platonico.

Insomma, io e Antonio passavamo i pomeriggi ad ascoltare dei vinili sdraiati sul parquet della sua camera e a parlare di Schopenahuer, senza mai spingerci più in là del tenerci la mano o dedicarci qualche canzone dei Pink Floyd.

Era un rapporto perfetto nella sua essenza, una sorta di trasposizione del Werther in chiave moderna oserei dire, fino a che non lo trovai in cortile che limonava con un’altra durante l’intervallo.

In un momento tutte le mie speranze furono spazzate via, insieme alla mia autostima.

Il mio unicorno bianco mi aveva miseramente disarcionato…

L’amore puro venduto per un misero bacio con la lingua??

Fu un colpo terribile! Una vera tragedia per la mia vita di ragazzina, ma anche una bella lezione di vita

VIVI COI PIEDI PER TERRA!

Ah, quante lascrime versai per il vile Antonio.

Riuscii a superare la cosa solo quando lo trovai, anni dopo, a fare il commesso da Blockbuster grasso, pelato e con un’orribile barba caprina.

Adesso sorrido ricordando Antonio, ma la sensazione di non essere la prima, di non essere la prescelta me la ricordo ancora; è scolpita nella mia testa.

Proprio questo episodio che mi è tornato in mente l’altro giorno quando mi hanno comunicato che non ero stata scelta per l’ennesimo posto di lavoro.

Niente di nuovo direte voi. Ok, sono abituata, dico solo che questa volta è stato diverso…

Ero letteralmente innamorata del progetto. Dopo i 2 colloqui mi sentivo così gasata e speranzosa che ho pensato anche di scrivere 2 righe di mail per dare un feed back sull’incontro e comunicare il mio entusiasmo.

Sì, pensavo davvero che avrebbero scelto me; mi sentivo quel lavoro come se un sarto me lo avesse cucito addosso, eppure sono arrivata seconda…

“siamo rimasti molto colpiti dalle tue competenze trasversali e dal tuo modo di essere. La decisione è stata combattuta, ma abbiamo preferito un altro candidato che aveva qualche anno di esperienza in più nel settore”

Bacio con lingua batte amore puro 2-0

Ma perché, dico io, il lieto fine c’è solo a Hollywood?

Che banalità scegliere uno solo perché ha un po’ più di esperienza!! pensate quanto sarebbe stato bello poter raccontare che per una volta aveva vinto la passione e la determinazione di una trentenne disoccupata

“non c’è successo senza entusiasmo” diceva un mio ex datore di lavoro stronzo, ricordatevelo!

e invece no, tutto come da copione

sto esagerando lo so, ma fatemi godere questi 15 minuti di one man show che ne ho bisogno…

magari il tipo che hanno scelto è molto meglio di me e bla bla bla, ma questo può bastare per mettermi il cuore in pace?

Era il lavoro perfetto, come Antonio era il ragazzo perfetto. Tanto perfetto che ho la sensazione di non poter ritrovare niente di nemmeno lontanamente paragonabile..

e allora visto che sto così e non riesco a smettere di pensarci, spero solo di rivedere questo lavoro tra 10 anni, dietro un bancone pelato e brutto e potergli dire: “meglio così!”

Annunci

2 thoughts on “Una delusione cocente

  1. Iaia ha detto:

    Come ti capisco, cara…come ti capisco.. 28enne disperata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: